Benedetto pasquale ( fellata di Pasqua)

COME SI FA IL BENEDETTO A PASQUA

A Bari il Benedetto a Pasqua si prepara come ti mostriamo in questo video, con formaggi e salumi tipici pugliesi, guarda il video per scoprire questo antipasto tradizionale di Pasqua

L’antipasto di Pasqua tradizionale in Puglia è il Benedetto (in dialetto barese U BENDIT!), chiamato così perché veniva messo in tavola prima che il capofamiglia recitasse la preghiera di Pasqua con il rametto di ulivo e l’acqua santa presi in chiesa la mattina della Domenica delle Palme. È la portata che precede il primo piatto di pasta nel menu pasquale.

La fellata di Pasqua, Piatto santo o Colazione di Pasqua…

In altre regioni del Sud c'è questo antipasto di salumi e formaggi ma si chiama diversamente. In Campania è il piatto santo di Pasqua o fellata napoletana. Da fella che in dialetto significa fetta essendo tutti gli ingredienti serviti già affettati. Colazione di Pasqua che nel Comune di Camerino nelle Marche si tiene il lunedì dell'Angelo. le pietanze sono quelle tipiche che vanno dal dolce al salato: la Coratella d'agnello, la frittata con la mentuccia, la pizza di formaggio e salumi, formaggi affettati, e poi la famosa pizza di Pasqua che è una specie di pan di Spagna glassato bianco con i confettini i sopra.. e non mancano i dolci come le Ciambelle di Pasqua, le l'Agnello dolce (pasta frolla ripiena di cioccolato, mandorle e canditi).

Il benedetto o fellata è un antipasto che comprende per la maggior parte cibi che non necessitano cottura e che simboleggiano la morte e la rinascita della natura e di Gesù e in qualche modo legati alla transumanza dei pastori pugliesi quindi si ritrovano molti formaggi locali e salumi pugliesi.

Simbologia del Benedetto pugliese

Il benedetto pugliese è un antipasto che racchiude moltissimi simboli pasquali.

Immancabili sulla tavola pasquale le uova sode, simbolo della rinascita dei corpi e della natura, che possono essere di oca o galline ruspanti, il capocollo pugliese o soppressata simbolo del sacrificio, la ricotta, formaggio dei poveri, onnipresente nelle ricette di Pasqua, le arance per “sciacquare”, ma anche simbolo di amore e fecondità, olive baresane a Bari ( olive Bella di Cerignola spostandosi verso Foggia), e poi in base alle tradizioni che cambiano di paesino in paesino in Puglia o in base alle tradizioni familiari, si possono aggiungere mozzarelle, prosciutto, lampascioni, asparagi selvatici, giuncata, marasciuolo, canestrato pugliese, taralli e a Bari qualcuno ci mette anche i carciofi fritti.

13 antipastini come gli Apostoli

La tradizione religiosa e un po’ le usanze delle signore pugliesi che si cimentano nella preparazione del benedetto, vogliono che ci siano 13 antipastini disposti in maniera coreografica su un vassoio grande e poi al momento dell’antipasto ognuno prende quello che desidera. 13 è il numero degli Apostoli, quindi ritorna l’importanza dei simboli religiosi in questo piatto della tradizione pugliese.

INGREDIENTI DEL BENEDETTO PUGLIESE

Il benedetto pugliese in genere è ricco di seguenti ingredienti. In altre regioni invece la fellata sicuramente avrà altri formaggi e salumi locali:

  1. Uova
  2. Olive baresane
  3. Ricotta
  4. Taralli
  5. Capocollo
  6. Lampascioni
  7. Carciofi fritti
  8. Insalata
  9. Mozzarelle
  10. Asparagi
  11. Prosciutto
  12. Canestrato
  13. Arancia tarocco
  14. Limone
  15. Giuncata, o primosale e il salame
  16. caciocavallo

 Nel menu Pasquale non mancano poi le scarcelle pugliesi usate come segnaposto a tavola,  lasagne tradizionali, orecchiette con le brasciole  o i cannelloni ricotta e spinaci, l’agnello con patate al forno e per finire i dolci pasquali: la ricotta fritta, la crostata di ricotta, i ferri di cavallo fatti nei giorni precedenti e la colomba fatta in casa!

Benedetto Pugliese

Benedetto di Pasqua ( o fellata)

Il benedetto è un vassoio/tagliere di salumi, formaggi e uova che dà inizio al pranzo di Pasqua in Puglia. Si serve come antipasto prima della pasta ed è ricco di significati simbolici. Se si desidera un menu pasquale tipico pugliese, il benedetto non può mancare. In altre regioni del Sud è spesso chiamato Fellata di Pasqua.
5 from 1 vote
Preparazione 30 minuti
Cottura 40 minuti
Portata antipasti
Cucina cucina italiana, cucina pugliese
Porzioni 4
Calorie 350 kcal

Ingredienti
  

  • uova sode
  • Arance tarocco
  • Capocollo di Martina Franca
  • ricotta
  • olive baresane
  • lampascioni lessi
  • carciofi fritti
  • canestrato
  • taralli pugliesi
  • primosale
  • mozzarelle
  • limone
  • giuncata

Istruzioni
 

  • Gli unici cibi da cuocere sono le uova lesse ( facendole bollire per 8 minuti in acqua e poi mettendole subito in acqua ghiacciata per togliere facilmente il guscio)
  • I lampascioni si tengono in ammollo cambiando spesso l'acqua e si cuociono per 30 minuti lessandoli in acqua e un po' di aceto e poi si condiscono con pepe, olio e sale
  • Disporre in maniera coreografica gli ingredienti sino ad arrivare a 13 antipastini

Video

Keyword benedetto pasquale, benedetto pugliese, Benedetto si Pasqua, fellata di Pasqua
1 Comment
  1. 5 stars
    Io l’ho sempre preparato per tradizione ma non ne conoscevo il significato. A Bari qualcuno ci mette pure la ricotta fritta e le dita degli apostoli! Un tagliere delizioso e ricco come mai in nessun altro giorno dell’anno.

    Leave a reply

    Recipe Rating




    CucinaGeek
    Logo
    Shopping cart