Ricetta Moulinex iCompanion: Marmellata di arance

Gennaio 14 23:34 2017 Stampa

La ricetta della marmellata con il cuco è semplicissima e vi regalerà colazioni e spuntini sani. La nostra marmellata preferita è quella di arance, mele e zenzero da conservare nei barattoli Mason Jar Ball®. Sono barattoli bellissimi utilizzati spessissimo nei party americani, indicati se volete regalare la marmellata o addirittura utilizzarla come bomboniera per un matrimonio. Negli Stati Uniti se ne vedono spesso perché sono barattoli americani, non solo esteticamente belli, ma perfetti per conservare la marmellata per il particolarissimo tappo BPA- free composto da due pezzi.

Per quanto riguarda la ricetta della marmellata, ci sono tantissime versioni. Così tante da mettere in crisi chiunque sul rapporto tra zucchero e frutta, su come conservarla senza la pectina che si trova nelle marmellate confezionate, quale frutta bisogna utilizzare per la marmellata e come gelificarla al meglio.

La ricetta del cuco presente sull’applicazione del robot Moulinex è piuttosto sbrigativa, ma l’abbiamo testata e non ci convinceva perché non la volevamo così dolce e soprattutto la ricetta riporta 40 minuti di cottura, ma non vi congliamo di cuocerla per almeno un’ora perché dopo 40 minuti non viene molto densa. Quindi questa ricetta è il risultato di varie prove della ricetta di Moulinex corretta dopo aver letto tanto su famosi libri di cucina.Marmellata fatta in casa nei barattoli Mason Jar

Ingredienti per la marmellata di arance e zenzero

  • 2-5 gr di zenzero ( dipende da quanto apprezzate questa spezia)
  • 8 arance ( Le migliori per la marmellata sono le Navel)
  • 500 grammi di zucchero di canna
  • 2 mele Golden
  • succo di limone
  • Buccia grattucciata di un limone e un’arancia

Mettete tutti gli ingredienti nel cuco (Moulinex Cuisine Companion o iCompanion) con la lama per impastare/macinare. Cuocere a 105 gradi con velocità 5 per un’ora, togliendo il tappo dopo 30 minuti per far addensare ( in realtà potete toglierlo anche prima o provare a non metterlo proprio). Potete anche avviare la ricetta della marmellata dall’app così si imposta da solo e vi avvisa quando ha terminato di cuocere la marmellata.

Finita la cottura, ancora bollente, mettetela nei vasetti Mason Jar sterilizzati e chiusi ermeticamente sotto vuoto. Come si sterilizzano? Lavandoli in lavastoviglie e poi mettendoli in acqua molto calda, ma non troppo altrimenti il vetro rischia di rompersi. Anche il calore della marmellata contribuirà al processo di sterilizzazione dei barattoli.  E come si crea il sottovuoto? L’aria che rimane nel barattolo diminuisce man mano che si raffredda e crea il sottovuoto e bisogna conservare i barattoli capovolti in un canovaccio.

La prova del piattino

Per capire se il vostro robot Moulinex è stato capace di farvi una marmellata abbastanza densa, ossia di gelificarla anche senza pectina, prendetene un cucchiaino e mettetela su un piattino. Inclinate il piatto, se non scivola, la vostra marmellata sarà perfetta! Potete anche utilizzare la pectina se volete che la vostra marmellata sia più densa come quella confezionata.

Il rapporto zucchero frutta nella marmellata

Lo zucchero non serve solo a rendere dolce la marmellata, ma anche a mantenerla in buone condizioni. Se dovete consumarla subito, potete usare 400-500 gr di zucchero, altrimenti consigliamo di aggiungere la stessa quantità di zucchero consigliata nella ricetta del robot Moulinex, 700 gr di zucchero. Anche perché lo zucchero è un nemico potente del botulino che nelle marmellate non si forma mai proprio per la presenza di zucchero. Lo zucchero deve rappresentare il 40-50% della marmellata che non è altro che per metà frutta e per metà zucchero. Se volete fare una marmellata dietetica potete quindi usare meno zucchero, ma dovete necessariamente consumarla subito! Il succo di limone aiuterà a non far formare muffe all’interno della vostra marmellata fatta in casa.

Non compratela confezionata

Dopo aver provato questa marmellata fatta in casa con il robot Moulinex, non comprete più la marmellata confezionata perché il sapore della frutta della marmellata fatta in casa è tutta un’altra cosa. Persino meglio della marmellata Rigoni, che è probabilmente la migliore in commercio con ben 60% di frutta, zucchero e succo di mela.

Se prestate attenzione alle etichette delle marmellate confezionate vedrete aromi per utilizzare meno frutta, sciroppo di glucosio, fruttosio e altri dolcificanti che fanno malissimo, elementi chimici e acido citrico per mantenerla. La marmellata deve essere un alimento sano non un pieno di conservanti e sostanze chimiche di ogni tipo!

La legge prevede che il minimo di frutta da utilizzare nelle marmellate in vendita è del 20%. La media è del 35-40%. Non tantissimo se pensate alla marmellata che potete farvi in un’ora con il Moulinex iCompanion. L’unica noia è sbucciare le 8 arance e le due mele, per il resto fa tutto il robot Moulinex, non dovete star lì a girare e controllare che non si bruci, la frutta la scegliete voi, magari bio e vi vengono circa 6 barattoli di marmellata.

 

  Article "tagged" as:
  Categories:
leggi altri post

L'autore di questo articolo:

cucinageek
cucinageek

Appassionata di tecnologia e cucina italiana vera, quella delle nostre nonne, le vere geek della cucina italiana. Recensisco oggetti intelligenti. Vienimi a trovare su YouTube!

Leggi Altri Post
lascia un commento

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti. Potresti lasciarci tu il primo?

Potresti iniziare tu la discussione.

Aggiungi un commento

Le tue informazioni sono al sicuro! Your e-mail address will not be published. Other data you enter will not be shared with any third party.
All * fields are required.