Miglior purificatore d’aria 2023

Miglior purificatore d’aria 2023:  come respirare aria pulita e alleviare le allergie

Stanchi di avere il naso chiuso, starnutire in continuazione e sentirsi raffreddati in casa? Potreste trovare sollievo dalle vostre allergie con la nostra selezione dei migliori purificatori d’aria 2023.

I migliori depuratori d’aria possono aiutare ad alleviare i sintomi di asma, febbre da fieno, raffreddore starnuti senza pausa e altre allergie pulendo l’aria in casa, rimuovendo sostanze inquinanti e irritanti come polline, polvere, peli di animali domestici, spore della muffa e fumo. Con i purificatori d’aria di buona qualità, disponibili da meno di 100 EUR a ben oltre 1.000 eur, c’è la possibilità di trovare sollievo a questi problemi. Ma funzionano veramente? Funzionano!

Sì, ma essendoci sul mercato purificatori d’aria decisamente inutili e allo stesso tempo purificatori d’aria ultra efficaci, è essenziale studiare cosa c’è in vendita prima di scegliere quale purificatore d’aria acquistare nel 2023. Per darvi una mano, abbiamo testato i migliori purificatori d’aria sul mercato, ovvero quelli che puliscono l’aria in modo rapido ed efficiente e sono facili sia da configurare che da utilizzare.il miglior purificatore aria in commercio

Abbiamo suddiviso i purificatori d’aria qui in tre gruppi, ossia modelli adatti a stanze piccole, medie e grandi, e potete andare direttamente all’opzione che si adatta alle vostre esigenze.

Se andate di fretta, consultate direttamente la nostra classifica dei migliori purificatori d’aria da comprare nel 2023 che contiene link per l’acquisto rapido di tutti i nostri modelli preferiti di purificatori d’aria. E se davvero non siete sicuri di quale tipo di purificatore d’aria si adatti meglio alle vostre esigenze, la nostra guida all’acquisto spiegherà tutte le caratteristiche e le opzioni a cui prestare attenzione.

I migliori purificatori d’aria in assoluto secondo le recensioni:

Il miglior purificatore d’aria perché più versatile e di ultima generazione è sicuramente il Purificatore d’aria Philips Air Performer serie 8000. Versatile perché pulisce l’aria ma essendo un 3 in 1 come il Dyson riscalda e rinfresca anche quindi potete usarlo come ventilatore o per riscaldare il bagno durante l’inverno. 

Per stanze piccole

Per stanze di medie dimensioni

  • Il miglior purificatore e deumidificatore per ambienti di medie dimensioni:  Wocolink Wifi
  • Ideale per rimuovere polvere, polline e fumo:  Levoit Smart
  • Il miglior purificatore d’aria per il soggiorno: Winix Zero

Per ambienti più grandi

HoMedics TotalClean PetPlus Purificatore D'Aria 5 in 1 con Filtro HEPA, Rimuove...
185,00
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
-31% Daikin Purificatore d'aria,con filtro HEPA,per la casa,Eliminatore di virus, batteri, polline e...
223,93 327,57
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
-7% Philips 4000i Series Purificatore D'aria - Controllo tramite App, rimuove germi, polvere...
414,69 449,99
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
Purificatore d'aria Philips 2000 Series - Rimuove polvere, virus, allergeni, agenti inquinanti...
438,41
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
-15% PHILIPS Air Performer serie 7000 - Purificatore d'aria e ventilatore 2 in...
439,61 519,99
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
-26% Purificatore d'aria Philips Air Performer serie 8000 3-in-1 Funzione di riscaldamento e...
449,99 614,44
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
-26% Dyson - Purificatore e ventilatore d'aria intelligente Purifier Cool TP07, colore bianco/argento
549,00 749,00
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
Purificatore d'aria Blueair HealthProtect 7770i con display LCD fino a 62 m²...
599,00
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
Dyson Purificatore d'aria a formaldeide fredda (tecnologia avanzata), HEPA + filtro di...
688,61
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
-7% xzone - Purificatore d’aria Dyson, caldo e freddo
719,99 779,00
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
Purificatore d'Aria Filtro a Carboni Attivi Hepa, purificatore d'Aria con ionizzatore Filtro...
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
NERIOX CLEAN-AIR – purificatore d'aria mobile antivirale con filtro HEPA H14 e...
ACQUISTA
Amazon Amazon.it
Last update was on: Novembre 19, 2023 7:04 pm

Come scegliere il miglior purificatore d’ariaMigliori purificatori d'aria che funzionano

Quanto bisogna spendere per un buon purificatore d’aria?

I purificatori d’aria possono costare da 70 EUR o ben oltre 1000 EUR, ma non basta spendere di più per avere il purificatore d’aria migliore. In effetti, abbiamo trovato purificatori a basso costo con caratteristiche che di solito si trovano solo in modelli molto più costosi.

Ma questo non vuol dire che un purificatore d’aria costoso sia inevitabilmente troppo caro e non vale la pena acquistarlo; i modelli più costosi di aziende come Philips, Sharp o Daikin avranno modalità e funzionalità aggiuntive che mancano ai modelli più economici. Ricordate inoltre che, non è solo l’esborso finanziario iniziale a cui bisogna pensare, ma anche ai costi operativi che vanno da pochi euro all’anno fino a oltre 70 euro all’anno, soprattutto se dovete sostituire i filtri una o due volte l’anno e poi quanto consumano.

In che modo i purificatori d’aria puliscono effettivamente l’aria?

I purificatori d’aria utilizzano diversi tipi di filtri per svolgere il proprio lavoro: di solito un prefiltro grande, lavabile e riutilizzabile per raccogliere le particelle più grandi, un filtro più sottile, che di solito è un filtro antiparticolato usa e getta ad alta efficienza (HEPA).

La durata varia, ma in media si prevede che debba essere sostituito ogni sei mesi (o meno se si utilizza meno il purificatore). È il filtro HEPA che cattura tutti i minuscoli contaminanti presenti nell’aria e questi sono in grado di catturare particelle fino a 0,3 micron, che è più di tre volte più piccolo di una particella di fumo di sigaretta.

I purificatori d’aria dotati di un vero filtro HEPA hanno in genere un tasso di efficienza di primo passaggio dell’87-99%, il che significa che i purificatori d’aria HEPA catturano più particelle più velocemente. I purificatori d’aria elettrostatici hanno un tasso di efficienza al primo passaggio del 60-80% e richiedono un tempo maggiore per migliorare la qualità dell’aria interna.Come funziona il purificatore d'aria

LEGGI SUCCESSIVO: I migliori deumidificatori

Qual è il tasso di aria pulita immessa (CADR)?

Il CADR mira a fornire una misura obiettiva dell’efficacia di un purificatore d’aria portatile nel trattare diversi tipi di allergeni. Un purificatore con un punteggio di 250 per le particelle di polvere è efficace quanto l’aggiunta di 250 piedi cubi di aria pulita al minuto.

Questo dato quindi di CADR deve essere sempre indicato in maniera molto chiara. Se volete comprare un purificatore d’aria,  dovreste concentrarvi sui risultati dell’inquinante specifico che mirate a sradicare, che si tratti di polline, fumo, spore di muffa o polvere, e molti produttori forniranno le cifre di CADR,

In generale, maggiore è il CADR, maggiore è la stanza che si può purificare efficacemente. Vale anche la pena confrontare le indicazioni del produttore per la dimensione massima della stanza in quanto queste possono variare enormemente.

I purificatori d’aria possono aiutare a proteggere dai virus?

Comprensibilmente, negli ultimi due anni si è parlato molto  della questione se i purificatori d’aria HEPA offrano una protezione contro i virus, incluso il Covid-19. La risposta è piuttosto complessa anche se aziende come Dyson scrivono nella descrizione: Cattura polvere, allergeni e virus, incluso il Covid 19.⁸ Distrugge la formaldeide.

La maggior parte dei virus – e le goccioline di muco e saliva che potrebbero contenerli – sono perfettamente in grado di filtrare particelle nell’intervallo da 20 a 500 nanometri in cui si trovano la maggior parte dei virus. Inoltre, il Centro statunitense per il controllo delle malattie ha consigliato che, se usati correttamente, i purificatori d’aria possono aiutare a ridurre i contaminanti presenti nell’aria, inclusi i virus, in una casa o in uno spazio ristretto.

Tuttavia, non c’è modo di garantire che un purificatore d’aria HEPA catturi il virus prima che tu lo inali e ci sono molte variabili in gioco, incluso il tipo di filtro utilizzato, le dimensioni della stanza e il flusso d’aria al suo interno. Si discute ancora molto anche sulla misura in cui molti virus si diffondono nell’aria o vengono trasmessi attraverso il contatto con le goccioline respiratorie. In breve, un purificatore d’aria potrebbe aiutare, ma non ci sono prove sufficienti per dimostrarlo.

Quali altri fattori bisogna considerare?

  1. Le prestazioni di filtrazione dovrebbero essere la priorità. I sintomi saranno alleviati solo in misura notevole con un purificatore d’aria che funziona rapidamente per pulire l’aria.
  2. Il rumore è un altro fattore: non vorrete sostituire un’irritazione (allergia) con un’altra (il rumore di un jet nella vostra stanza). Per molti, il ronzio è qualcosa che non infastidisce, ma alcuni purificatori d’aria possono diventare molto rumorosi. Vale anche la pena ricordare che, mentre alcuni modelli sono silenziosi nella loro impostazione più bassa (dove sono spesso meno efficaci), potrebbero essere rumorosi in quelle più veloci (dove lavorano al meglio) come l’ aspirapolvere.
  3. Impostazioni di velocità. La maggior parte dei purificatori d’aria ha una scelta di velocità in modo da poterla tenere più bassa per dormire e alzarla quando il conteggio dei pollini è alto. Una modalità notturna può anche aiutare se desiderate un ambiente tranquillo e luci più soffuse mentre dormite, anche se abbiamo scoperto che non sempre funziona come si spera.
  4. Può essere utile un sensore della qualità dell’aria, che consente al purificatore d’aria di accendersi automaticamente quando la qualità dell’aria peggiora. Dopotutto, non potete vedere quando la qualità dell’aria diminuisce, ad esempio, a causa di un elevato numero di pollini.
  5. Alcuni modelli di fascia alta fungono anche da deumidificatori, gestendo l’umidità nell’aria per evitare che l’aria secca causi irritazione al naso, alla gola, alle labbra e alla pelle.
  6. Che ne dite di una maniglia per il trasporto? Sarebbe utile se bisogna spostarlo da una stanza all’altra. Ruote, design compatto e peso ridotto non guasteranno di certo.
  7. I controlli facili da usare sono sempre un vantaggio, con un buon telecomando indispensabile quando si utilizza un purificatore in una stanza più grande. Alcuni purificatori sono persino dotati di connessione Wi-Fi e app, quindi si può impostare il purificatore prima di tornare a casa dall’ufficio o controllarlo dal telefono.
  8. Gli indicatori di sostituzione del filtro non sono cruciali e non tutti i purificatori d’aria li hanno, ma questa è una caratteristica utile in quanto un filtro dell’aria intasato non funzionerà correttamente.
  9. Alcuni purificatori hanno un timer incorporato. Questo può essere davvero utile se volete che il purificatore si accenda qualche ora prima di arrivare a casa, o se volete  spegnerlo automaticamente di notte.

Le funzioni intelligenti consentono di utilizzare il purificatore da remoto o di accenderlo e spegnerlo in base a un programma. Potreste anche ottenere dati utili sulla qualità dell’aria, temperatura, umidità e altro.

Come testare un purificatori d’aria

Mettiamo che l’abbiate appena comprato e volete capire se funziona davvero.

Per prima cosa dovete testare i purificatori d’aria in normali circostanze domestiche per valutarne le caratteristiche, i livelli di rumore e le prestazioni con sostanze irritanti di tutti i giorni, tra cui fumo del camino, polline e peli di animali domestici. Quindi eseguiamo test standardizzati, spruzzando un aerosol di prova all’interno di una piccola stanza per cinque secondi e utilizzando un misuratore della qualità dell’aria per registrare i livelli.

Calcoliamo il tempo necessario per riportare la stanza a un livello normale (25 microgrammi per metro quadrato) per ottenere un tasso base di purificazione. Durante i test misuriamo anche i livelli di rumore con impostazioni di potenza bassa, media e massima, oltre alle impostazioni di sospensione ove disponibili, e misuriamo il consumo energetico.

Attenzione alla funzione umidificatore se avete la casa che potrebbe tendere a fare muffa sulle pareti.

Qual è il posto migliore in cui mettere un purificatore d’aria?

Mettete il purificatore d’aria in una stanza attrezzata per gestirlo, in termini di dimensioni. Per quanto riguarda il posizionamento all’interno della stanza, una posizione centrale renderà la purificazione dell’aria più efficiente.

Per evitare di inciamparci sopra, tuttavia, va bene mettere il purificatore d’aria in una posizione più discreta, assicuratevi solo di capire dove si trovano le prese d’aria di ingresso e uscita e assicuratevi che quei percorsi non siano bloccati.

Se posizionato vicino a porte e prese d’aria che contribuiscono a creare anche flusso d’aria si potrebbe migliorare l’efficienza del purificatore d’aria.

Ci sono svantaggi nell’uso purificatori d’aria?

Quali sono gli svantaggi dei purificatori d’aria? Non ci sono molti aspetti negativi nell’avere un purificatore d’aria in casa a parte l’investimento finanziario. Molti ionizzatori, in particolare i modelli più vecchi, possono generare ozono quando sono in funzione, che è noto per esacerbare l’asma.

Va bene dormire con un purificatore d’aria acceso?

SI può dormire con un purificatore d’aria acceso? La risposta in breve è: sì. L’Asthma and Allergy Foundation of America (AAFA) raccomanda un purificatore d’aria prima di coricarsi per favorire una migliore respirazione durante il sonno.

Conclusioni: I purificatori d’aria valgono la pena?

I migliori purificatori d’aria sono un ottimo modo per aiutare a migliorare l’aria intorno a voi e alla vostra famiglia. Oltre a proteggere coloro che hanno problemi di salute dalla moltitudine di inquinanti atmosferici che si accumulano all’interno, coloro che non hanno preoccupazioni specifiche avranno la tranquillità che il giusto purificatore d’aria renderà il loro ambiente più pulito.

I purificatori d’aria che hanno maggiori probabilità di darvi il massimo vantaggio, ad esempio quelli che includono un filtro HEPA, tendono ad essere nella fascia più alta dei budget, generalmente nell’ordine delle centinaia di euro. Anche le dimensioni dell’unità giocheranno un ruolo enorme nel costo, poiché le unità più grandi che coprono un’area più ampia hanno un prezzo maggiore.

Se avete problemi di salute o un’allergia ricorrente, vale sicuramente la pena tenere gli inquinanti fuori dalla vostra casa con un purificatore d’aria. Gli italiani ora trascorrono circa il 90% del loro tempo al chiuso.

A seconda del tipo di allergia e del fattore scatenante, è stato anche scoperto che i purificatori d’aria aiutano a ridurre la presenza di particelle nell’aria che causano reazioni allergiche, che a loro volta possono causare attacchi di asma.

I purificatori d’aria che sono anche deumidificatori hanno dimostrato di essere molto utili per chi soffre di asma, durante i periodi di elevata umidità. Nei casi in cui il vostro spazio interno ha poca o scarsa ventilazione, anche i purificatori d’aria possono tornare utili, soprattutto se state cercando di combattere il fumo e l’odore che ne deriva.

 

Se la nostra guida ai migliori purificatori ti è tornata utile, prova anche la nostra guida ai migliori frigoriferi americani e migliori robot aspirapolvere.

10 Total Score
Aria più pulita!

Il miglior purificatore d'aria per noi di Cucina Geek è quello di Philips per la lunga durata del filtro, purifica ambienti sino a 70m2 in maniera silenziosa, è piccolo e di design, non è brutto da vedere. Somiglia molto al Dyson esteticamente

Design
9
Efficacia
8
Consumo
8
Costo
7
PROS
  • Purifica davvero l'aria da allergeni
  • Per niente rumoroso
  • tasso di erogazione di aria pulita (CADR) di 270 m3/h(1
  • filtraggio HEPA NanoProtect con carboni attivi e pre-filtro per rimuovere il 99,97% delle particelle
CONS
  • Non costa poco
User Rating: Be the first one!

1 Comment
  1. Ho comprato anche io il Philips 8000 e mi ci trovo davvero bene, lo consiglio! Ottima recensione dettagliata

    Leave a reply

    CucinaGeek
    Logo
    Shopping cart